ZOOMAFIA IN ITALIA

(ANSA) - ROMA, 15 MAR - Corse clandestine, combattimenti fra cani, traffici di animali esotici ed anche false macellazioni ad opera della 'cupola del bestiame. Prospera e si espande nell' impunita' la Zoomafia in Italia. Nel 1999 il giro d' affari dello sfruttamento illegale di animali e' stato di 3.759 miliardi, contro i 3.000 miliardi stimati nel 1998 ( 20%). Le corse clandestine di cavalli e le truffe nell' ippica sono il settore piu' redditizio (2.000 mld), seguite dai combattimenti tra cani (1.000 mld) e dal traffico di animali esotici (500). Questi i dati del rapporto Zoomafia 2000, presentato dalla Lav.
Tanto guadagno, le organizzazioni malavitose lo ottengono con poco rischio. ''L' espansione della Zoomafia - ha spiegato l' autore del rapporto, Ciro Troiano - e' infatti favorita dalla quasi totale impunita' garantita in Italia a questi criminali, che rischiano per lo piu' sanzioni irrisorie''. Basti pensare, ha aggiunto, ''che a fronte delle 15.000 persone ed altrettanti animali coinvolti nei combattimenti clandestini tra cani, nel '99 sono state sequestrati solo 165 cani e denunciate 154 persone''. Diverso sarebbe, secondo Troiano, ''se per i traffici illegali di animali gestiti da mafia, camorra e 'ndrangheta fosse configurabile la fattispecie penale dell' associazione a delinquere, punibile con la pena detentiva e se la legge permettesse l' arresto in flagranza di reato o le intercettazioni telefoniche e ambientali''.

ZOOMAFIA: POCHI RISCHI PER UN BUSINESS DA 3.759 MILIARDI

(ANSA) - ROMA, 15 MAR - Ecco la Zoomafia settore per settore: COMBATTIMENTI TRA CANI - Nel '99 sono stati sequestrati 165 cani da combattimento. Ci sono stati 35 interventi delle forze dell' ordine che hanno portato alla denuncia di 154 persone, di cui 37 arrestati per reati connessi (droga, armi, rapine, ecc.). Anche 11 donne tra le persone denunciate. Sul fronte giudiziario il '99 e' stato un anno di intensa attivita' investigativa e repressiva. Tra i successi si registra il sequestro di ''Autotreno'', un pitbull campione assoluto del Lazio, dal valore di circa 100 milioni di lire, attualmente in un centro di  rieducazine gestito dalla Lav. Oltre che nei combattimenti, cresce l' uso dei cani come armi improprie nelle rapine: sono stati 4 i colpi messi a segno con pitbull e rottweiler.

CAVALLI E CORSE CLANDESTINE - Nel '99 sono state interrotte 10 corse clandestine di cavalli. Il fenomeno e' particolarmente presente in Sicilia. Legati alle corse sono anche i furti e le uccisioni di cavalli (5 nel '99). Per quanto riguarda invece le gare ufficiali, truffe, doping e corse truccate sono all' ordine del giorno. Secondo la Federazione internazionale sport equestri, il 5% dei cavalli italiani impegnati nei concorsi ippici sono dopati. Anche qui la Lav punta il dito sulle sanzioni irrisorie. Emblematico a riguardo il caso di un cavaliere olimpico che ha ucciso a bastonate un cavallo ricevendo come punizione una sospensione di 5 giornate.

(ANSA) - ROMA, 15 MAR - TRAFFICO ANIMALI ESOTICI -

Il Servizio Cites del Corpo forestale ha sequestrato nel '99 392 esemplari di animali vivi o prodotti derivati appartenenti a specie protette. Negli ultimi 4 anni il Cites ha posto sotto sequestro oltre 5.000 animali detenuti illegalmente: rettili,tartarughe, leoni, tigri. pappagalli e tante altre specie. IL commercio mondiale di questi animali raggiunge la cifra di 7.000 miliardi l' anno e l' Italia ha un ruolo importante.
LA 'CUPOLA' DEL BESTIAME - False macellazioni, vendita di carni infette, allevamenti e macellerie acquistate con proventi illeciti, evasione fiscale, frode, truffa all' Unione europea e' il mondo sommerso dove agisce la cosiddetta 'Cupola del bestiame. Nel '99 sono stati sequestrati 1.500 capi di bestiame, 20 tonnellate di carne, 5 aziende agricole, 3 allevamenti e denunciate 75 persone. Indagini hanno dimostrato che la criminalità organizzata controlla il traffico di carne non controllata (spesso infetta) che viene venduta, spesso con la complicità di veterinari, facendo ricavare forti guadagni.
FALSI CANILI - IL randagismo e l' inadempienza degli enti locali alla legge 281/91 alimentano un florido business. Decine di privati infatti si improvvisano amanti della natura, costruendo canili fatiscenti al solo scopo di percepire il contributo giornaliero delle amministrazioni pubbliche che va dalle 3.000 alle 7.000 lire per cane. (ANSA).

ZOOMAFIA: TUTTI I NUMERI DEL BUSINESS

(ANSA) - ROMA, 15 MAR - Questi i numeri piu' significativi del rapporto Zoomafia 2000 presentato dalla Lav.

GIRO D' AFFARI

Combattimenti tra cani 1.000 miliardi
Mercati fauna selvatica 10 miliardi
Corse clandestine cavalli 2.000 miliardi
Business canili 164 miliardi
Traffico animali esotici 500 miliardi
Bracconaggio 5 miliardi
Cupola bestiame 80 miliardi
Totale 3.759 miliardi

ANIMALI COINVOLTI:

Cani coinvolti 15.000
Cani morti 5.000
Costo di un cane 'campione' 50/100 milioni di lire
Cavalli sequestrati 83
Animali esotici sequestrati 392
Capi bestiame sequestrati 1.500